Tag

carousel

Browsing

Consigli su quali sneakers comprare e come indossarle con stile, per essere comode e alla moda! I modelli più di tendenza del 2018.

In un’epoca in cui tutte vogliono sentirsi alte, magre, slanciate e belle io vi dico di riporre qualche volta il tacco 12 nell’armadio, di regalare alle vostre giornate un po’ di comodità e indossare un paio di sneakers.
Prendetevi del tempo per passeggiare, per guardarvi intorno e per esplorare la bellezza che vi circonda (o se vogliamo essere meno auliche se volete evitare di slogarvi una caviglia con i sampietrini, maledetti sampietrini, MA SIAMO NEL 2018 LO VOGLIAMO METTERE UN PAVIMENTO CHE NON MI FACCIA FARE OGNI PASSO CON L’ANSIA DI CHI DEVE TIRARE L’ULTIMO RIGORE AI MONDIALI O NO? Sudo a freddo solo a sentire la parola “sampietrino”).

Consigli su Canazei, un gioiellino del Trentino accogliente e perfetto per tutte le età, vi racconto il mio weekend all’insegna del buon cibo, del relax e del divertimento sulle piste da sci. 

Oggi vi voglio raccontare dei miei giorni belli a Canazei, chi mi segue su Instagram avrà potuto notare che ho mangiato, ho provato a non morire sullo snowboard, ho mangiato, mi sono rilassata, ho mangiato, ecc.

Ci troviamo nell’estremità settentrionale della Val di Fassa, in provincia di Trento, siamo in uno dei comuni più “alti” del paesaggio italiano. Dopo la breve lezione di geografia concludo subito la “parte documentario” e passiamo al mio racconto. […]

Una mini-guida per diventare una fashion blogger, dall’aprire un blog all’editing delle foto. tutti i consigli che mi sento di dare a chi ogni giorno mi pone questa domanda.

Non sto scrivendo la nuova Costituzione e questi sono dei consigli dati a chi ha bisogno di una guida semplice senza paroloni complicati che fanno venire l’ansia e il mal di testa, non sono nessuno, non sono una fotografa, non sono una star del web, però una mano cerco di darvela come posso.

Partiamo dal presupposto che se volete fare la fashion blogger solo per guadagnare soldi, avere vestiti gratis, diventare famose e fare la vita da Paris Hilton vi dico subito che prima di vedere i big money AVOOOOOJA a fare le foto belle mie! E’ un sogno che abbiamo (quasi) tutte, ma non è facile come può sembrare.

Cominciamo dal principio.

Prima di tutto bisogna avere qualcosa da raccontare se si vuole fare la blogger (che è diverso da fare semplicemente l’influencer, la quale con la propria “notorietà”, il proprio stile, ecc. è capace appunto di influenzare un gruppo di persone). 

Bisogna parlare italiano (se poi sapete anche l’inglese meglio, non è il mio caso purtroppo) e non aver saltato la metà delle lezioni di grammatica delle elementari, delle volte mi ritrovo a leggere dei post su Instagram che sembra di leggere mia nonna (poverina, aveva fatto la seconda elementare, quindi la giustifichiamo, voi non siete giustificate) quando sulla lista della spesa scriveva: “iogurto, zuchero”, Non dico la Divina Commedia, però cerchiamo di non far venire l’orticaria agli occhi a chi legge.
“SE SAREI” fa più male di un una bastonata sui denti. Unfollow subito. 

1- FARSI CONOSCERE
(continua a leggere per saperne di più!)

Cinta enorme D&G, lupetto con cardigan, Converse in tela anche con la neve, pantaloni a vita bassissima e maglia corta, occhiali Carrera bianchi e si andava a comandare nei corridoi della scuola!

Ebbene sì, questo articolo potrebbe destabilizzare molti che come me hanno cercato di rimuovere dai ricordi gli obbrobri che indossavamo FIERI negli anni 2000, quando i Social Network non erano poi così importanti e il nostro Facebook erano i corridoi della scuola.

Siete pronti a rimembrare gli outfit dei nostri anni d’oro?

Sogno di vedere tanti angoli di mondo, spero che un giorno non molto lontano i miei occhi si poseranno su queste meraviglie, tanto per cominciare.
Sabbia dai sette colori, colazione con le giraffe, nuotata con i fenicotteri, brividi su scogliere che sembrano sfiorare il cielo.
In questo articolo ho voluto elencare i 15 posti che ritengo più suggestivi, particolari, magici.

Una classifica “tutta mia”, che volevo condividere con voi!