Cinta enorme D&G, lupetto con cardigan, Converse in tela anche con la neve, pantaloni a vita bassissima e maglia corta, occhiali Carrera bianchi e si andava a comandare nei corridoi della scuola!

Ebbene sì, questo articolo potrebbe destabilizzare molti che come me hanno cercato di rimuovere dai ricordi gli obbrobri che indossavamo FIERI negli anni 2000, quando i Social Network non erano poi così importanti e il nostro Facebook erano i corridoi della scuola.

Siete pronti a rimembrare gli outfit dei nostri anni d’oro?

Cosa sono gli infraboot? Sono degli stivali ma… infradito! C’è un velo di mistero intorno a questo capo, indossato da molte fashion victim, dove si comprano? Da dove arrivano? Quanto costano? E’ compresa l’assicurazione in caso di caduta post congelamento dei piedi?

Scherzi a parte, oggi volevo scrivere un semplice articolo sulle scarpe che sarebbero andate di moda durante la stagione fredda che sta arrivando, curiosona come sempre mi sono messa a cercare sul web e mi sono imbattuta in questi stivali veramente, ma veramente strani, purtroppo ho trovato ben poco, ma pare che questi infraboot diventeranno un must-have e IO DOVEVO DIRVELO.

Introvabili, vi dicono solo che al momento non si è capito dove queste fashion girl le abbiano prese e come abbiano fatto a trovarli, ci sono in giro pochi prototipi e online non c’è un canale di vendita.

[all’interno dell’articolo le foto e altre informazioni]

 

Liberta.Libertà di pensiero. Libertà di espressione.Ricordo ancora quando durante la prima lezione di diritto pubblico all’università il professore spiegò le libertà in questo modo: “immaginate di vivere in un cerchio, dove potete muovervi liberamente e fare quello che vi va, ma attenzione a non invadere il cerchio di un’altra persona, la vostra piena libertà finisce nel momento in cui incontra la fine del vostro cerchio e si scontra con quella di un altro”.Ecco. Siete liberi di parlare, di dire la vostra opinione, di sentirvi grandi con le parole, ma non capirò mai cosa fa sentire certe persone in diritto di…

Ciao a tutti,

Oggi torno con un articolo che mi è venuto in mente perché sempre più ragazze mi pongono una fatidica domanda:
“Ho chiesto una retribuzione ad un’azienda per una collaborazione. Mi hanno chiesto la fattura. Ma posso farmi pagare dalle aziende se non ho la partita IVA? Come si fa?”

Eccomi qui, vi aiuto io in maniera terra terra e senza paroloni che vi confondano le idee!

Oggi un articolo diverso dal solito.

Sono una malata di telefilm e al contempo sono amante della moda. Immaginate i miei occhi luccicanti ogni volta che vedo i look di Olivia Pope in Scandal. Non conoscete Scandal? Errore, grave errore.

La protagonista è una bellissima donna di colore, avvocato pieno di grinta e classe che vaga lungo i corridoi della casa bianca (ok, vaga anche tra le lenzuola del presidente MA NON SIAMO QUI PER PARLARE DI QUESTO QUINDI TORNIAMO A NOI).

Lo stile della bella Olivia è da ispirazione per moltissime donne che si destreggiano tra la carriera e la moda, ma sapete che prezzi salati bisogna pagare per avere dei capi del genere? Parliamo di Dior, Armani e altre cosette del genere. 
Ecco che arriva la bella notizia: una linea low cost ispirata al personaggio di Olivia, realizzata da…

[ nell’articolo una raccolta di look e informazioni sulla linea di abbigliamento dedicata al nostro avvocato super chic! ]

Sono tornata, purtroppo i miei quattro giorni a Parigi sono finiti.

Ho realizzato uno dei miei desideri più grandi: trascorrere qualche giorno nella Città delle Luci!
Qui è tutto magico, ordinato, romantico. Ho avuto il cuore felice in questi quattro giorni. Grazie Paris.

Iniziamo con le cose che molti NON SANNO su Parigi:

– l’acqua è un bene preziosissimo e al ristorante le bottiglie da un litro costano da un minimo di 3,50 fino a 6,00 euro (da quello che ho potuto vedere);

– il tempo è instabile (quasi come me durante le sessioni d’esame), cose che nel giro di mezz’ora si passa dal sole e le maniche corte alla giacca invernale. Ombrellino in valigia;

[nell’articolo ci sono altri consigli e il racconto dei miei quattro giorni (con tutte le mie disavventure)]

Conoscete questa birra? Io sì, non mi sarei mai aspettata di star qui a parlarne.

Eppure eccomi, felice di farlo.

Da abruzzese so bene cosa significa la parola “terremoto” e soprattutto conosco i danni e il dolore che può provocare.

Sono stata a Norcia qualche mese prima della tragedia, dopo aver passato una meravigliosa giornata alla Cascata delle Marmore ho deciso di trascorrere due giorni in quella città che mi ha accolto con il profumo di tartufo e i fiori dai colori accesi.

[…]

Sono fiera di poter parlare dell’iniziativa di Leffe:

Sapete qual è il messaggio che mi arriva più spesso in privato?

“Ciao, posso sapere come diventare una fashion blogger? Mi puoi dare dei consigli su come cominciare?”

Qualche volta all’inizio ho “OSATO” chiedere come mai di questa passione, risposta:

“Voglio ricevere vestiti gratis, voglio viaggiare gratis, voglio diventare famosa e guadagnare soldi. Ah, amo la moda”.

COMINCIAMO BENE, ho pensato.
Che tristezza ragazzi, che tristezza.

Se la vostra idea di base è questa io, mi spiace dirlo, penso che di “successo” non ne avrete mai.

Perchè? Sono cattiva?

No, penso solo che sia una forzatura, che la vostra non sia passione, che voi vogliate solo “la bella vita senza fare nulla”. Ma mi spiace deludervi, di lavoro dietro ad un blog ce n’è. E pure tanto!

Cliccate e leggete l’articolo se volete qualche dritta su cosa fare, come cominciare a guadagnare qualcosina e come comportarvi sui social.