I prodotti Geomar funzionano contro la cellulite?
Ho deciso di provare il Fango d’alga oceanica, lo Sugar Scrub Drenante e la crema-gel effetto urto per un mese.

Facciamo un tuffo nel mondo beauty (sarebbe meglio nel mare dei Caraibi, ma accontentiamoci) e parliamo di Geomar!

Mi sono presa un mese di tempo per testare seguenti prodotti:

  • FANGO D’ALGA OCEANICA: contro la cellulite, anche quella più bastarda che non ci lascia mai mai mai forever together. Inoltre aiuta a migliorare la circolazione e ad eliminare i liquidi in eccesso;
  • SUGAR SCRUB DRENANTE: super levigante e nutriente, un drenante che dona elasticità alla pelle;
  • CREMA-GEL EFFETTO URTO: aiuta a combattere la crema anticellulite e a rendere la pelle più compatta.

Come e quando utilizzarli?
(All’interno dell’articolo vi racconto la mia esperienza)

Qualche consiglio per aiutare le donne formose nella scelta dei look in tutte le occasioni: scuola, università, serata romantica, giornata di lavoro, ecc.

Questo articolo nasce perché sempre più ragazze mi chiedono aiuto nello shopping.
“Non mi sta bene niente”, “vorrei vestirmi alla moda, ma con il mio corpo è difficile”, ecc.

Secondo me bisogna partire dal presupposto che non tutto quello che si vede in passerella debba per forza entrare a far parte del nostro armadio, i capi da sfilata non stanno bene a molte (quasi a nessuno) e bisogna prendere semplicemente coscienza del proprio corpo.

Ogni fisico va esaltato con i capi giusti e le donne curvy hanno i loro cavalli di battaglia per essere  mozzafiato in ogni occasione!
La moda NON E’ SOLO PER LA TAGLIA 40, come vogliono farci credere.

Una mini-guida per diventare una fashion blogger, dall’aprire un blog all’editing delle foto. tutti i consigli che mi sento di dare a chi ogni giorno mi pone questa domanda.

Non sto scrivendo la nuova Costituzione e questi sono dei consigli dati a chi ha bisogno di una guida semplice senza paroloni complicati che fanno venire l’ansia e il mal di testa, non sono nessuno, non sono una fotografa, non sono una star del web, però una mano cerco di darvela come posso.

Partiamo dal presupposto che se volete fare la fashion blogger solo per guadagnare soldi, avere vestiti gratis, diventare famose e fare la vita da Paris Hilton vi dico subito che prima di vedere i big money AVOOOOOJA a fare le foto belle mie! E’ un sogno che abbiamo (quasi) tutte, ma non è facile come può sembrare.

Cominciamo dal principio.

Prima di tutto bisogna avere qualcosa da raccontare se si vuole fare la blogger (che è diverso da fare semplicemente l’influencer, la quale con la propria “notorietà”, il proprio stile, ecc. è capace appunto di influenzare un gruppo di persone). 

Bisogna parlare italiano (se poi sapete anche l’inglese meglio, non è il mio caso purtroppo) e non aver saltato la metà delle lezioni di grammatica delle elementari, delle volte mi ritrovo a leggere dei post su Instagram che sembra di leggere mia nonna (poverina, aveva fatto la seconda elementare, quindi la giustifichiamo, voi non siete giustificate) quando sulla lista della spesa scriveva: “iogurto, zuchero”, Non dico la Divina Commedia, però cerchiamo di non far venire l’orticaria agli occhi a chi legge.
“SE SAREI” fa più male di un una bastonata sui denti. Unfollow subito. 

1- FARSI CONOSCERE
(continua a leggere per saperne di più!)

Cinta enorme D&G, lupetto con cardigan, Converse in tela anche con la neve, pantaloni a vita bassissima e maglia corta, occhiali Carrera bianchi e si andava a comandare nei corridoi della scuola!

Ebbene sì, questo articolo potrebbe destabilizzare molti che come me hanno cercato di rimuovere dai ricordi gli obbrobri che indossavamo FIERI negli anni 2000, quando i Social Network non erano poi così importanti e il nostro Facebook erano i corridoi della scuola.

Siete pronti a rimembrare gli outfit dei nostri anni d’oro?

Cosa sono gli infraboot? Sono degli stivali ma… infradito! C’è un velo di mistero intorno a questo capo, indossato da molte fashion victim, dove si comprano? Da dove arrivano? Quanto costano? E’ compresa l’assicurazione in caso di caduta post congelamento dei piedi?

Scherzi a parte, oggi volevo scrivere un semplice articolo sulle scarpe che sarebbero andate di moda durante la stagione fredda che sta arrivando, curiosona come sempre mi sono messa a cercare sul web e mi sono imbattuta in questi stivali veramente, ma veramente strani, purtroppo ho trovato ben poco, ma pare che questi infraboot diventeranno un must-have e IO DOVEVO DIRVELO.

Introvabili, vi dicono solo che al momento non si è capito dove queste fashion girl le abbiano prese e come abbiano fatto a trovarli, ci sono in giro pochi prototipi e online non c’è un canale di vendita.

[all’interno dell’articolo le foto e altre informazioni]

 

Liberta.Libertà di pensiero. Libertà di espressione.Ricordo ancora quando durante la prima lezione di diritto pubblico all’università il professore spiegò le libertà in questo modo: “immaginate di vivere in un cerchio, dove potete muovervi liberamente e fare quello che vi va, ma attenzione a non invadere il cerchio di un’altra persona, la vostra piena libertà finisce nel momento in cui incontra la fine del vostro cerchio e si scontra con quella di un altro”.Ecco. Siete liberi di parlare, di dire la vostra opinione, di sentirvi grandi con le parole, ma non capirò mai cosa fa sentire certe persone in diritto di…

Ciao a tutti,

Oggi torno con un articolo che mi è venuto in mente perché sempre più ragazze mi pongono una fatidica domanda:
“Ho chiesto una retribuzione ad un’azienda per una collaborazione. Mi hanno chiesto la fattura. Ma posso farmi pagare dalle aziende se non ho la partita IVA? Come si fa?”

Eccomi qui, vi aiuto io in maniera terra terra e senza paroloni che vi confondano le idee!