Quali tacchi comprare? Come indossarli anche se non è un’occasione speciale? I tacchi di giorno sono esagerati?

Noi donne spesso abbiamo un problema e questo problema si può riassumere con una parola: scarpe.
Compriamo scarpe come se fossimo dei millepiedi, nemmeno se vivessimo per 342 anni avremmo modo di consumarle tutte, le nostre belle scarpe (la ripetizione è rafforzativa). Ogni occasione è la scusa buona per fare shopping e ampliare la nostra collezione.

Se nei film vediamo le donne in carriera correre allegramente per le strade di New York sul tacco 13 parlando al cellulare e guardando le vetrine da noi sembra una cosa quasi surreale. In primis spesso ci sono i sampietrini maledetti, se questi mancano ci sono delle buche ogni 2 metri che se ci cadi dentro devono chiamare i pompieri per tirarti fuori (se tutto va bene ti sloghi la caviglia), nel mio caso il problema è (oltre chiaramente quello di sopravvivere e tornare a casa con le gambe intere) come indossarli nelle “giornate comuni”?

Mi spiego meglio: ho tantissime scarpe con il tacco, ma ho poche occasioni di usarle, quindi spesso mi ritrovo a indossarle 2 o 3 volte e poi, semplicemente, passano di moda. Che tristezza.

Sono abbastanza alta (1,72) e se provo a uscire con i tacchi di giorno mi sento leggermente osservata. Inoltre  le mie amiche non sono tipe “da tacchi” e spesso e volentieri si cammina (ricordiamoci che si rischia la vita eh, i sampietrini sono sempre in agguato e pronti ad attaccare).

Personalmente sono stufa di avere i tacchi costantemente a riposo, ho iniziato a pensare a come indossarli “tutti i giorni” (si fa per dire, certo magari se devo uscire a comprare il latte no), senza aspettare per forza la serata in un locale, la laurea della cugina e il matrimonio dell’amica.

Spesso dicono che le donne che hanno bisogno dei tacchi per sentirsi belle e femminili sono insicure, che se una è bella lo è anche in tuta e bla bla bla. Taaaante altre cose che su cui possiamo essere d’accordo o meno.
Che vi devo dire, io amo stare raso terra, però sono così belli i tacchi, sono femminili, slanciano, rendono la figura più armoniosa e poi diciamocelo, QUANTO CI SENTIAMO FIGHE QUANDO CAMMINIAMO IN MANIERA UMANA E NON COME UN TIRANNOSAURO SUI NOSTRI BELLISSIMI TRAMPOLI.
Non stiamo facendo una lezione di psicologia, quindi non perdiamo tempo a criticare e psicanalizzare la nostra voglia di sfruttare ciò che abbiamo amato e pagato caro.

Ecco la mia mini guida (che forse serve più a me che a voi).

Iniziare ad abituarsi con tacchi comodi

Abituiamo non solo il nostro corpo, ma anche le persone che ci sono intorno a vederci con delle scarpe “diverse” ai piedi.

So che le décolleté tacco 12 ci guardano con gli occhi a cuoricino, ma se dobbiamo uscire a fare una colazione con le amiche magari è meglio optare per un mezzo tacco (in questa stagione è super di moda ed è davvero comodo), per uno stivaletto o un tacco largo.

Più le scarpe fasciano il piede, più sono semplici e comode da portare.
Inoltre il tacco largo rende più stabile la camminata e il rischio di schiantarsi a terra sarà sicuramente ridotto.

Usare le amiche o il fidanzato come bastone

Sì avete capito bene, fate finta di avere uno slancio di affetto e mettetevi sottobraccio.
Vi giuro che le mie prime uscite sui tacchi sono andate a buon fine grazie alla mia migliore amica che mi ha sopportata e supportata (quanti ricoooooordi, mi sto facendo vecchia).

Oltre ad acquisire sicurezza, in questo modo freneremo la camminata da Maratona di New York dell’altra persona che passeggia con noi.

Scegliere un look giusto

Spero vi rendiate conto che indossare una minigonna e un sandalo gioiello alto 13 cm non sia proprio adatto a “una giornata comune”. Ognuno fa come vuole eh, però se l’obiettivo non è attirare marpioni, ma sentirsi bene con se stesse magari è meglio scegliere un outfit adatto.

Per un aperitivo o una cena con le amiche magari è meglio scegliere una gonna a ruota, una longuette, un pantalone palazzo, senza esagerare, perché il look da discoteca non è sicuramente quello “giusto”.

Se vogliamo indossare i nostri tacchi di giorno optiamo per un pantalone, un jeans, un trench, un paio di calze coprenti, un maglioncino, diciamo un look semplice che non dia troppo all’occhio, perché ci sono già i tacchi ai nostri piedi a valorizzare il tutto.

Inoltre per il giorno vanno benissimo le scarpe colorate (non è vero che sono obbligatori colori neutri) non bisogna limitarsi al solito stivaletto nero, se il look è semplice possiamo sbizzarrirci con un tacco largo, comodo, ma vivace!

“Prepariamo” i nostri tacchi e rendiamoli comodi

Spesso e volentieri quando compriamo delle nuove scarpe sono un incubo, poi con il tempo iniziano a prendere la forma del nostro piede e diventare comode.
Io da sempre cerco di ridurre la fase di odio iniziale con un metodo:

allargare le scarpe = calzettoni + phon

Adesso vi spiego come: indosso due paia di calzettoni, riscaldo le scarpe per 20-30 secondi con il phon, infilo dentro il piede e ci cammino un po’ (5 minuti).
Ripeto questa operazione almeno 10 volte. Le scarpe con il calore si allargheranno e prenderanno la forma del piede. Diventeranno subito più larghe e comode.

Ok, basta chiacchiere, ora vi faccio vedere qualche foto che ho trovato online.
Lasciamoci ispirare e prendiamo spunto per la prossima sessione di shopping!

Con Affetto,
Giorgia.

 

 

Write A Comment